• I Nostri Sponsor

Loading...
Your Are in   Home     Politica Nazionale     DEMOCRATICI DI….CHE?

DEMOCRATICI DI….CHE?

     Giugno 27, 2017   No Comments

SINISTRA E INTERCETTAZIONI

Il magistrato Clementina Forleo ha chiesto alla Camera dei Deputati l’autorizzazione all’uso delle intercettazioni che riguardano alcuni politici fra i quali Fassino, D’Alema e La Torre, esponenti di spicco dei DS, in relazione alle vicende Unipol e banche. “ Facci sognare”, “Allora abbiamo una banca?”, solo per ricordare alcune delle intercettazioni delle quali si parla da tempo. Di cui si è detto che non rivestivano alcun rilievo penale, ma che erano indicative di certe commistioni almeno politiche e tali da fare luce su supposte inesistenti superiorità morali della sinistra italiana e dei DS in particolare. Intorno a certa sinistra è stretto un robusto sistema di potere che si tende a rafforzare e ad ampliare costi quel che costi. Questa questione per quanto non la si voglia mettere a fuoco con dovizia di particolari esiste ed è molto pericolosamente condizionante anche la limpidezza del sistema democratico. Checchè se ne dica la questione c’è, eccome.
Ma stiamo al contingente delle intercettazioni e della richiesta di autorizzazione all’uso delle stesse.
Contro la Forleo si sono in vario modo scagliati coloro che fino a ieri non avevano fatto altro che difendere sempre e comunque l’operato dei magistrati. Perché riguardava avversari politici e non amici e dirigenti della propria parte politica. Certa sinistra italiana ha gongolato spesso sull’uso della giustizia ad un unico senso, quello che colpiva ed annientava, come è successo in passato, gli avversari politici che non si riuscivano a battere con lo strumento del consenso democratico e delle elezioni. Oggi quella stessa sinistra tiene un atteggiamento diverso. Due pesi e due misure. Un atteggiamento che la dice lunga su certa credibilità che non vi può essere e su una superiorità morale che proprio non c’è. Una conferma più che una novità. Ma per i più una novità amara e quasi incredibile. Fassino e D’Alema non hanno potuto fare a meno di dire, pur con biasimo verso il magistrato, che non hanno nulla in contrario a che si dia, da parte della Camera, l’autorizzazione richiesta. È probabile lo abbiano fatto non per amore di trasparenza ma perché non potevano semplicemente farne a meno. E comunque sperano che l’autorizzazione non sia data. E per questo, se non hanno una intesa scoperta, forse ce l’hanno celata, con il “nemico” Berlusconi che adesso corre in loro salvataggio affermando la contrarietà a che sia data quell’autorizzazione. Berlusconi coglie la palla al balzo e segna due punti a suo favore. Il primo è quello di dare uno schiaffo morale e politico a quella sinistra che fino a ieri gongolava e gioiva delle beghe giudiziarie di Berlusconi e che ne desiderava la gogna preventiva. Il secondo quello di mettere quella sinistra un po’ così nella condizione di dovere atteggiarsi alla stessa stregua di questo “favore” quando eventualmente risaranno di scena gli avversari politici sul palcoscenico della magistratura. Questa attuale politica italiana è quasi tutta qui in queste miserie e in questi comportamenti che suonano l’allarme per ogni ingenua credibilità si voglia attribuire a questa imperante classe dirigente bramosa di potere e disposta a tutto per averlo, per conservarlo, per espanderlo.
Altra morale da trarre: quella sinistra e quei pontificatori di sinistra, nazionali e locali, che sono sempre con il dito puntato non hanno alcuna ragione di puntare il dito verso alcuno e soprattutto è chiaro che quasi sempre lo puntavano e lo puntano per distogliere l’attenzione sulle proprie magagne che sono davvero molte e pericolose e che sono del resto parte della strumentazione di cui si avvalgono per tenere stretto un potere che diversamente in un paese civile e democratico sul serio non avrebbero. Di certo nelle dimensioni e nell’estensione in cui l’hanno.

  •   Published On : 3 anni ago on Giugno 27, 2017
  •   Author By :
  •   Last Updated : Giugno 27, 2017 @ 9:18 am
  •   In The Categories Of : Politica Nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also reading...

Analisi del voto europeo

Read More