• I Nostri Sponsor

Loading...
Your Are in   Home     Politica Nazionale     SI PUO’ CONTINUARE CON UN GOVERNO COSI’?

SI PUO’ CONTINUARE CON UN GOVERNO COSI’?

     Giugno 27, 2017   No Comments

Se potessimo avere una seppur piccola incidenza per decidere quale orizzonte di breve scadenza merita di veder dedicato un impegno che non fosse puro spreco di energie e di tempo, diremmo che questo orizzonte è la formazione di un governo di responsabilità nazionale che, per alcuni mesi, possa fare alcune scelte e alcune riforme necessarie e imprescindibili.

Poi, si torna a votare e si riprende – a quel punto, si spera – una nuova vera, sana e rispettosa dialettica politica.

Senza di ciò, si continuerà in una situazione, a dir poco, deludente per moltissimi e oramai tremendamente deleteria per il paese.

Ci chiediamo, ma pensiamo che anche molti di coloro che lo hanno sostenuto e voluto se lo chiedano oggi: si può continuare con un governo così?

Con una politica, più in generale, che è sempre più motivo di delusione e sfiducia dei cittadini?

Con un confronto/scontro fra maggioranza e opposizione che è tutto fuorché una ricerca, seppur da punti di vista diversi, di alcune soluzioni, non molte, ma essenziali per il paese?

Tra una maggioranza che sorregge Prodi e sopravvive, paralizzata e inefficace a se stessa, e un’opposizione che auspica – non so nemmeno se con molta convinzione –la spallata e la caduta di Prodi, ci stanno solo non-azioni, veleni, sfiducia, delusione, ritardi e inadempienze rispetto ai cittadini e al paese.

Infrastrutture e TAV; pensioni e riordino delle spese; riforma del sistema elettorale; liberalizzazioni vere e non ipocrite come quelle delle lenzuolate.

Questi, almeno, i terreni sui quali si può e si dovrebbero incontrare le responsabilità politiche più serie dell’uno e dell’altro schieramento.

Per alcuni mesi.

Per poi andare al voto con un sistema elettorale riformato, si spera migliore e non peggiore o uguale all’attuale.

Già: contro ci sarebbero Prodi e Berlusconi.

Ma si può continuare a stare sospesi in questo duopolio prodiano-berlusconiano?

Ma che paese stiamo diventando?

Contro ci sarebbero i fautori del solo proprio interesse di orticello elettorale.

Contro ci sarebbero quelli la cui cultura politica e, ancora, la loro ideologia è di un’arretratezza pazzesca.

Che quella soluzione politica e di governo di responsabilità nazionale sarebbe una cosa buona e da farsi, è dimostrata, anche, dal solo constatare chi e perché vi sarebbe, e vi è, contro.

E’ solo un sogno?

A differenza dei sogni dalemiani, noi al più possiamo avere questi e di questa natura.

E dire che corrisponde all’esigenza del paese e che meriterebbe un impegno concreto. Se e quando…. il nostro ci sarebbe, ci sarà, c’è!

 

  •   Published On : 4 anni ago on Giugno 27, 2017
  •   Author By :
  •   Last Updated : Giugno 27, 2017 @ 9:13 am
  •   In The Categories Of : Politica Nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also reading...

Analisi del voto europeo

Read More