• I Nostri Sponsor

Loading...
Your Are in   Home     Politica Locale     Pubblicità sui mezzi per i disabili, per il Comune la verità ha due facce

Pubblicità sui mezzi per i disabili, per il Comune la verità ha due facce

     Giugno 27, 2017   No Comments

Con questo titolo Il Resto del Carlino edizione Cesena ha pubblicato il 5 settembre scorso un articolo di paolo Morelli che continua nell’azione, intrapresa anche da cesenainfo.it, per fare chiarezza sulla donazione al Comune di Cesena da parte di un’azienda lombarda, a fronte di cospicui incassi come pubblicità, di due Fiat Doblò attrezzati per il trasporto disabili.

 

In merito all’articolo ‘‘Mobilità per disabili troppo ‘salata’ con la pubblicità sui Doblò’’ pubblicato l’11 agosto scorso dal ‘Carlino’ dopo che il problema era stato sollevato dal sito internet ‘Cesenainfo.it’, il vicesindaco e assessore ai Servizi sociali Fausto Aguzzoni ci ha inviato una lunga lettera nella quale, dopo aver ricapitolato con dovizia di particolari la vicenda come avevamo già raccontato, ci tira le orecchie affermando: «Stando a quanto indicatoci dalla Mgg, il costo per l’acquisto di un mezzo, il suo allestimento e le spese per la sua messa in strada per i quattro anni successivi (e cioè bollo, assicurazione, manutenzioni ordinarie e straordinarie, ecc. In pratica restano esclusi solo i costi dell’autista e del carburante) si aggira intorno ai 46/47 mila euro, di cui 30mila rappresentati dal mezzo allestito e modificato per i disabili e 16-17 mila euro per il costo quadriennale dell’assicurazione in cui è prevista la sostituzione del mezzo in caso di malfunzionamento, assicurazione casco e tassa di circolazione. In questa cifra rientrano anche le spese relative al bollo e alla manutenzione ordinaria e straordinaria del mezzo per la durata di tutti i quattro gli anni di utilizzo. Il tetto massimo di raccolta pubblicitaria per ogni singolo mezzo, tenuto conto delle superfici disponibili per le inserzioni, è quantificabile intorno agli 80-85mila euro a pulmino nei quattro anni».

Purtroppo le cose non stanno così: la delibera della Giunta comunale n.65 del 13 marzo 2007, presieduta nell’occasione dallo stesso Aguzzoni, non riporta alcuna cifra relativa al costo dei mezzi, ma specifica che sono «a carico dell’Amministrazione le sole spese d’assicurazione, la tassa di possesso, di carburante, di manutenzione ordinaria, oltre al costo del personale di guida». La differenza è macroscopica e, nell’arco di quattro anni, può arrivare a diverse migliaia di euro. Il vice sindaco Aguzzoni assicura che tra Comune di Cesena e Mgg esiste un accordo verbale che sarà messo per iscritto appena possibile, ma intanto la Mgg ha già cominciato a sollecitare le aziende a fare la pubblicità.

  •   Published On : 3 anni ago on Giugno 27, 2017
  •   Author By :
  •   Last Updated : Giugno 27, 2017 @ 8:53 pm
  •   In The Categories Of : Politica Locale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also reading...

La necessità di una nuova consapevolezza politica

Read More