• I Nostri Sponsor

Loading...
Your Are in   Home     Politica Locale     Come sostituire S.A.PRO?

Come sostituire S.A.PRO?

     Giugno 27, 2017   No Comments

di Giovanni Torri*

S.A.PRO., Società per lo svi-luppo delle Attività produttive sul territorio della Provincia di Forlì-Cesena è fallita in dicembre 2010. È notizia di pubblico dominio, l’esistenza di un procedimento penale da parte della Procura della Repubblica di Forlì sui fatti accaduti in passato, procedi-mento di cui attendiamo l’esito. Mi propongo di intervenire, in-vece, per stimolare alcune con-siderazioni sul futuro delle i-niziative economiche sul territorio provinciale dopo che S.A.PRO. non è più operativa. Il fallimento di S.A.PRO., infatti, sembra avere fatto naufragare anche gli obiettivi che questa società avrebbe dovuto perseguire, mentre sono convinto che l’esperienza avesse intenti che erano apprezzabili allora e che lo sarebbero tutt’ora. Soci di S.A.PRO. erano esclusivamente Pubbliche Amministrazioni, che si erano date lo scopo di favorire lo sviluppo economico ed imprenditoriale della Provincia di Forlì-Cesena affrontando la problematica delle infrastrutture necessarie agli insediamenti produttivi attraverso la creazione di una apposita Società, capace di fornire alla P.A. ed ai privati un interlocutore preparato, certo e unico. In questo modo si forniva, a chi intendeva proporre un nuovo insediamento, la sicurezza di poter unire il proprio interesse ad ottimizzare l’investimento produttivo con la programmazione pubblica territoriale, agevolando la raccolta delle informazioni utili alla nuova programmazione e, quindi, utile a disporre di strumenti di Pianificazione Pubblica migliori. Queste esigenze sussistono ancora e la Programmazione delle aree artigianali e industriali resta difficile per tutte le P.A., tanto più se dovrà svolgersi attraverso le iniziative ed il personale della Provincia e dei singoli Comuni di volta in volta interessati, anche in concorrenza tra loro. Certo la stessa cosa accade anche in quasi tutte le altre Province italiane, ma S.A.PRO. rappresentava una possibilità di risolvere in modo migliore questo tipo di problemi. Purtroppo, oggi, alla luce di ciò che è successo dobbiamo pensare a qualche cosa di diverso perché non possiamo permetterci di lasciare alla sola speculazione immobiliare questo importante settore a discapito dello sviluppo produttivo della nostra Provincia. Gli industriali di Forlì-Cesena sono disponibili a fare la propria parte nel ricercare una soluzione al problema consapevoli della difficoltà del momento. S.A.PRO S.p.A. è una Società per azioni con capitale sociale pari a € 4.540.800i.v. diviso in 880.000 azioni nominative ed ordinarie da € 5,16 cadauna. I soci di S.A.PRO sono:
Comune di Forlì – 33% Comune di Cesena – 33% Comune di Bertinoro – 6% Comune di Forlimpopoli – 6% Camera di Commercio di Forlì-Cesena – 5,9997% Provincia di Forlì-Cesena – 16% Comune di Galeata – 0,0001% Comune di S.Sofia – 0,0002%.

*Presidente Confindustria Forlì-Cesena

  •   Published On : 4 anni ago on Giugno 27, 2017
  •   Author By :
  •   Last Updated : Giugno 27, 2017 @ 9:31 pm
  •   In The Categories Of : Politica Locale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also reading...

La necessità di una nuova consapevolezza politica

Read More