• I Nostri Sponsor

Loading...
Your Are in   Home     Cultura Società Economia     CITTADINANZA ATTIVA

CITTADINANZA ATTIVA

     Giugno 28, 2017   No Comments

L’associazione culturale Energie Nuove ha compiuto quindici anni. Molte e diverse iniziative ne hanno caratterizzato la presenza nella vita culturale e politica locale. Convegni, dibattiti, incontri di grande attualità ed interesse. Una voce particolarmente attiva. In un ambito dove, purtroppo, nel corso di questi anni, è diminuito  il dibattito culturale e politico. Anche in conseguenza del peggioramento delle attività di partito e della vita politica in generale. Dall’interno dell’Associazione Energie Nuove trasse origine l’iniziativa stessa di una lista civica, che nel ’99 e ancora cinque anni dopo ottenne un discreto risultato. Un apprezzabile impegno in sede istituzionale. A Cesena. Incentrato sui problemi concreti e più importanti della nostra realtà senza condizionamento alcuno di tipo partitico e di schieramento. Davvero “oltre la destra e la sinistra”. Ciò che è stato non solo uno slogan. Adesso Energie Nuove promuove questo periodico. Diverse ragioni ne sono la motivazione e la spinta. Fra esse la constatazione che la nostra realtà locale ha una asimmetria di un certo rilievo che la caratterizza: da un lato una società ed una economia complessa, dinamica, ricca di potenzialità; dall’altro un dibattito ed un confronto pubblici, di idee, di posizioni e di opinioni assai al di sotto di quelle. Ciò che si evidenzia anche nella modestia, quantitativa e qualitativa, della classe dirigente istituzionale. Si potrebbe dire: “c’era una volta…”. C’era una volta, neppure tanto tempo fa, infatti, una effervescenza di confronto e di dibattito, politico e culturale, che oggi proprio non si riscontra. C’era una dialettica vivace. Le idee, le posizioni si confrontavano e si scontravano (oggi, se e quando ci sono, si scontrano soltanto). Una discreta, elevata, partecipazione. È vero che la politica, anche con le sue ideologizzazioni, era motore di questo dinamismo. La politica e la situazione politica sono cambiate moltissimo. Non necessariamente in meglio. E, a ben guardare, questo è un fatto che emerge assai visibilmente. Nessuna noltalgia, ovviamente. Né si giustificherebbe. È un bene che il sistema politico possa e debba evolvere. C’è bisogno di maggiore semplificazione, di maggiore stabilità; di ammodernamento delle forme-partito; di riannodare in forme nuove, di migliorare e accrescere il rapporto fra cittadini e politica, fra cittadini ed istituzioni. Se tutto ciò fosse spinto da una cultura politica accresciuta qualitativamente non potremmo che trarne un generale grande giovamento. Ma il grande deficit sta proprio in questo versante. A muovere è soprattutto altro. Che ha a che fare con il potere: per ottenerlo o per conservarlo. Niente di cui stupirsi. Tanto è ovvia ed onnipresente la questione del potere applicata alla politica ed alla vita ed attività delle istituzioni. Tutto stà, però, nei valori e nella qualità e modernità che informano la cultura politica ed istituzionale. E, qui, onestà intellettuale impone che se ne ravvisino più le mediocrità delle eccellenze, o anche solo di cose di una certa buona rilevanza. Senza nutrire particolari pretese e forse neppure particolari aspettative, si può però pensare e ritenere che dare forma ad una qualche partecipazione attiva possa costituire un contributo. Qualcosa che potrebbe essere utile. Affrontare i problemi -che riguardano la vita di tutti noi-; avere idee, farle circolare, confrontarle. Insomma discutere serenamente e liberamente è qualcosa che ha senso. Dovrebbe anche far parte di un  diffuso senso civico. Questa nostra iniziativa editoriale ha questo spirito e si muove lungo questo crinale. La voglia di essere cittadini e non solo abitanti. Ed anche questo ci pare un modo di concorrere ad un ruolo attivo di cittadinanza. Questo periodico (come anche la sua trasposizione on line in www.cesenainfo.it) è luogo e strumento di dibattito e di circoloazione di idee. Aperto al confronto. Sereno e sincero. Rispettoso. Fra cittadini. Senza distinzioni e preclusioni. Per le loro idee, le loro credenze, le loro appartenenze. Lo spirito è quello che mutua (da qui il nome stesso di questa nostra Associazione) dall’ispirazione gobettiana che ci ha spronato fin dall’inizio. Del resto di una “Rivoluzione liberale” vi è grande bisogno.

 

  •   Published On : 3 anni ago on Giugno 28, 2017
  •   Author By :
  •   Last Updated : Giugno 28, 2017 @ 11:09 am
  •   In The Categories Of : Cultura Società Economia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also reading...

Un’orchestra per Cesena

Read More