• I Nostri Sponsor

Loading...
Your Are in   Home     Politica Locale     Chi ci guadagna con la pubblicità sugli automezzi per disabili?

Chi ci guadagna con la pubblicità sugli automezzi per disabili?

     Giugno 27, 2017   No Comments

<Utilizzare la pubblicità affissa sulla carrozzeria degli automezzi per finanziare l’acquisto degli stessi. Ecco in sintesi l’anima dell’originale progetto avanzato dalla società MGG Italia (Mobilità Garantita Gratuitamente) che consentirà al comune di Cesena di potenziare il parco mezzi del settore Servizi Sociali. L’accordo è stato approvato nei giorni scorsi dalla Giunta che ha stabilito di aderire all’iniziativa della società MGG Italia per attivare in città un servizio di pubblica utilità rivolto alle persone svantaggiate. La società MGG Italia è da anni operante nel sociale, offrendo agli Enti Pubblici e alle Associazioni, in comodato gratuito, automezzi nuovi opportunamente modificati ed attrezzati per il trasporto di anziani, persone appartenenti alle fasce deboli e diversamente abili. Il progetto prevede la messa a disposizione da parte della MGG Italia di un automezzo finanziato dagli sponsor locali i quali acquistando gli spazi pubblicitari che saranno apposti sulla carrozzeria della vettura, non solo si garantiranno una presenza pubblicitaria permanente, ma contribuiranno al sostegno di tale iniziativa. “Grazie a questa operazione – spiega il sindaco di Cesena Giordano Conti – tra pochi mesi avremo l’opportunità di avere in comodato d’uso, per quattro anni, un automezzo a cinque posti da destinare direttamente ai servizi sociali del Comune o per alle esigenze di associazioni di volontariato impegnate sul territorio. A carico dell’amministrazione rimarranno solo le spese di gestione degli stessi mezzi (bollo, assicurazione, manutenzione ordinaria, personale di guida e carburante)”. “Si tratta di un progetto innovativo – spiega l’assessore ai Servizi Sociali Fausto Aguzzoni – e che ha già ottenuto risultati molto positivi a livello nazionale. In un solo anno l’iniziativa ha portato alla consegna di 169 mezzi in molte città, fra cui, anche alcuni comuni della Regione quali: Medicina, Fiorenzuola, San Lazzaro di Savena, Lugo di Romagna e Casalecchio di Reno e altri centri del bolognese. Grazie a questa collaborazione potremo offrire una risposta concreta alle domande di accompagnamento e trasporto sociale che sono in continua crescita sul nostro territorio”.>.
Così veniva presentata il 16 marzo scorso, con un comunicato dell’Ufficio Stampa del Comune di Cesena, una iniziativa che non ci convince. Infatti il 13 giugno, quando l’iniziativa è stata presentata in municipio con una conferenza stampa, il coordinatore della MGG Italia, Valdo Scannerini affiancato dal sindaco Giordano Conti e dal vice sindaco Fausto Aguzzoni, ha illustrato l’intenzione di acquistare e mettere a disposizione del Comune di Cesena, che a sua volta li girerà ad Assiprov, due Doblò Fiat attrezzati per il trasporto disabili. Solo dopo insitenti domande di un giornalista, il rappresentante di MGG Italia ha detto che un Doblò attrezzato costa 50-60mila euro, e che per acquistarlo è necessario raccogliere una cifra doppia attraverso la pubblicità; quindi per acquistare i due mezzi previsti sarà necessario le aziende cesenati dovranno sborsare 200-240mila euro. In realtà le cose non stanno proprio così: un Doblò attrezzato per il trasporto disabili costa circa 30mila euro, per cui se la raccolta raggiungerà i 200-240mila euro nelle tasche della MGG Italia resteranno 140-180mila euro. Si tratta di una cifra spropositata, con la quale si potrebbero acquistare altri 5-7 veicoli attrezzati per il trasporto disabili. Non capiamo, quindi, perché il Comune di Cesena debba collaborare a questa iniziativa che di sociale ha ben poco. Ci piacerebbe ricevere una spiegazione esauriente sulla vicenda.

  •   Published On : 3 anni ago on Giugno 27, 2017
  •   Author By :
  •   Last Updated : Giugno 27, 2017 @ 8:51 pm
  •   In The Categories Of : Politica Locale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also reading...

La necessità di una nuova consapevolezza politica

Read More