• I Nostri Sponsor

Loading...
Your Are in   Home     Politica Locale     Cesena. Dopo le elezioni

Cesena. Dopo le elezioni

     Giugno 27, 2017   No Comments

A Cesena, dopo il voto del 7 giugno, si è già insediato il nuovo Sindaco, Paolo Lucchi.

A lui le nostre congratulazioni ed il nostro sincero augurio di buon lavoro. Si è insediata anche la nuova Giunta. Analogo sincero augurio di buon lavoro. Quel che non si è visto è una messa a fuoco del risultato elettorale. Così da trarne qualche indicazione e riflessione che sarebbero utili. A questa mancanza vi è stata vasta partecipazione.

Paolo Lucchi con la sua ampia alleanza vince al primo turno. Ma per nemmeno due punti percentuali. Già questo è un dato da riflettere. Lucchi, è certo, sarà stato certamente contento della vittoria, ma starà anche riflettendo sul perché essa è stata di così scarsa misura. E dire che l’impegno volto a questa scadenza elettorale era cominciato con grande anticipo – dalla preparazione delle primarie, l’anno scorso, ad oggi – con dispiego notevole di energie, risorse, mobilitazioni e coinvolgimenti ampi e di varia natura. Con il supporto di una varia ed ampia alleanza politica. L’attesa, così come si era nutrita ed alimentata, non è stata corrisposta. Dalle prime dichiarazioni e interviste del nuovo Sindaco traspare che egli ha compreso che vi sono stati e vi sono problemi che meritano di essere considerati a fondo; che intanto è bene premunirsi di un atteggiamento che non sia rigidamente autoreferenziale. Da ciò ne deriverebbe una prima benefica sostanziale discontinuità, con il più recente passato, che non farebbe male né a Lucchi, né alla città. Un buon risultato, invece, rispetto alle aspettative che in molti diffondevano di segno pessimistico, l’ha avuto Italo Macori ed il PDL. Un risultato derivante dal quadro generale degli orientamenti elettorali al quale, adesso, dovrebbero essere capaci di dare radicamento coloro che ne hanno beneficiato. Un lavoro che se finalmente si avvierà renderà sicuramente più efficace il rapporto ed il confronto politici fra la maggioranza e la maggiore forza di opposizione a livello locale. Buon risultato, anch’esso soprattutto di risulta degli orientamenti elettorali più generali, è quello di Antonio Prati e dell’UDC. Lo scenario politico più generale è già esso di aiuto a questa formazione che se si impegnerà per meglio radicarsi nella realtà locale non mancherà di avere un ruolo importante di interlocuzione sul quale farsi valere e far valere il proprio originale apporto alla vita politica ed amministrativa cittadina. Non bene per la coalizione che si era autoalimentata ben altre aspettative, quella di Luigi Di Placido, del PRI, Lega e Cesena Domani.

Perfino la Lega ha, in loco, il risultato più modesto che altrove. Il PRI, di certo il più penalizzato dal non avere un vantaggio di orientamento elettorale generale data l’inesistenza del partito nella scena politica nazionale, non è riuscito ad attrezzarsi al meglio per far sì che un’ampia fascia di elettorato cittadino lo potesse scegliere, fosse indotta a sceglierlo, improntando, così, un distinguo forte fra voto di valenza locale ed amministrativo cesenate rispetto all’orientamento elettorale generale. Del resto questo era il solo crinale nel quale poteva dispiegare la propria azione il PRI. Questa forza politica che, soprattutto, a livello locale ha avuto così lunga e grande tradizione politica ed amministrativa non è più in Provincia e neppure nel Comune di Forlì. Piazza solo una modesta presenza nel Comune di Cesena. Da mettere a fuoco, qui, c’è parecchio. I Verdi non sono più in Consiglio comunale. Il panorama è tale per cui, a tutti, dovrebbe essere indotto uno spunto: vale la pena ripensare in profondità i rapporti politici, dopo il voto del 7 giugno. Vale per tutti i soggetti politici che oggi sono in campo, per dar prova di essere classe dirigente. E, allora, varrà anche e molto per la nostra realtà e per la nostra città. Staremo a vedere.

 

  •   Published On : 3 anni ago on Giugno 27, 2017
  •   Author By :
  •   Last Updated : Giugno 27, 2017 @ 9:08 pm
  •   In The Categories Of : Politica Locale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also reading...

La necessità di una nuova consapevolezza politica

Read More